Percorso:ANSA > Mare > Home

Collegamenti Sardegna-Corsica, 2,5 mln per le tratte invernali

Nei mesi invernali, da novembre a marzo, il collegamento Santa Teresa Gallura-Bonifacio sarà garantito dalle risorse, 2.557.500 euro stanziate dalla Giunta sarda con un disegno di legge; in quelli estivi, invece, non ci sarà nessuna compensazione economica né oneri di servizio pubblico, perché, come spiega la Regione, "la domanda consente la prestazione del servizio in regime di libero mercato".

Porti: a Palermo concorso di idee per nuovi terminal

L'Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale ha bandito (documentazione sul sito www.portpalermo.it) un "Concorso internazionale di idee per la progettazione dei nuovi terminal crociere e terminal passeggeri e ro-ro e delle relative aree di interfaccia città-porto, nell'ambito delle previsioni del Piano regolatore portuale del di Palermo".

Gruppo Caronte & Tourist Isole Minori aderisce a Assarmatori

"Il gruppo navale Caronte & Tourist Isole Minori aderisce a AssArmatori". A dichiararlo è Vincenzo Franza, presidente di Caronte & Tourist Isole Minori, società che gestisce anche il comparto traghetti della Siremar.

Nautica: finanziamenti in leasing +70% nel 2017

Per il settore nautico, nel 2017 i finanziamenti in leasing hanno registrato una crescita del 70,2%. Il dato è stato fornito in occasione della presentazione alla stampa, oggi a Milano, di "Lease 2018", il Salone del Leasing e del Noleggio la cui prima edizione si svolgerà il 20 e 21 Marzo 2018 presso la sede del Sole 24 Ore.

Lavoro in porto, patto di collaborazione Genova e Trieste

L'Ente di formazione della Culmv (Compagnia unica lavoratori portuali), la Fondazione Cif e Rina Academy, che lavorano insieme nello scalo ligure, hanno firmato nella sede della Regione un'intesa con l'Agenzia del Lavoro portuale di Trieste che gestisce il pool di manodopera per il lavoro flessibile dello scalo giuliano.

Petroliera affondata, chiazza in mare di 100km quadrati

>>>ANSA/ PETROLIERA AFFONDATA, 'CHIAZZA IN MARE DI 100 KM QUADRATI'

Il greggio finito nel mar Cinese orientale ha formato una chiazza grande oltre 100 km quadrati e ha dato il via a una corsa contro il tempo per evitare che i danni al ricco ecosistema dell'area diventino irreparabili.